Vorrei sapere quando ti ho perso


Tempo fa ho musicato il testo di “Vorrei sapere quando ti ho perso”, una poesia di Joyce Lussu, poetessa fiorentina (1912-1998), scrittrice, partigiana, personaggio che ha lottato per la cultura e nella vita politica al fianco del suo secondo marito, della quale vi invito a leggere la biografia  (link su wikipedia:  http://it.wikipedia.org/wiki/Joyce_Lussu).  Desideravo davvero tanto poter utilizzare nel mio prossimo disco questa canzone e temevo le difficoltà tra diritti d’autore, richieste degli eredi e/o dell’editore. Finchè non ho conosciuto telefonicamente quest’ultimo, gentilissimo, e successivamente incontrato il figlio dell’autrice, Giovanni, che mi ha ospitato nel suo studio e col quale ho avuto una conversazione davvero piacevole, sul mondo della musica della scrittura e sull’evoluzione artistica in Italia. Mi ha dato il permesso per incidere la canzone nel disco firmandomi un documento e sono davvero felicissimo di questo perchè  tengo molto alla canzone e sono onorato, nel mio piccolo, di poter omaggiare la Lussu.

LA POESIA – La poesia mi ha colpito per la semplicità disarmante con cui la Lussu descrive il suo stato d’animo. Una forma di malinconia che incontriamo tutti, e che tutti noi abbiamo visto o sentito attraverso racconti, canzoni,  film, dove viene raccontata la sofferenza di chi è stato lasciato, di qualcosa che si è rotto, spezzato, distrutto. Non però nel modo che sceglie l’autrice in questo caso, che cerca di capire, “carpire” in mezzo a mille miliardi, se esiste, il momento preciso in cui il suo partner non l’ha più vista nello stesso modo. Il momento preciso in cui lui si è accorto di non amarla, non amarla più, o semplicemente di non amare una parte importante di lei, un suo gesto, un suo modo di parlare, un’irrilevante attimo, una superflua scelta, l’accendersi una sigaretta, il tirar su la lampo degli stivali, il girare la pasta, un respiro. Scoprire che qualcuno non è più interessato a noi, attratto, stimolato dalla nostra presenza è forse più scioccante dell’essere lasciati. Ancor più scioccante è tornare indietro con la mente e scoprire di non essersi accorti di quel momento, di quel nostro tornare “normali”, dallo status di “anima gemella” a quello di persona qualsiasi, come se fosse una nostra caduta, come se fosse “colpa” nostra, non essendo stati abbastanza sul pezzo, in grado di reggere il confronto col personaggio inziale e il peso del farsi conoscere fino in fondo. E’ questo il punto, perchè la Lussu sa benissimo che non è un singolo evento a determinare il disamoramento, ma più un lentissimo effetto domino, spesso inevitabile. Eppure c’è un momento che da inizio a quell’effetto difficilmente reversibile.

Una poesia che dimostra e insegna quanto non sia la forma o la tecnica con cui si scrive quello che rende tale una poesia, ma la profondità emotiva, la creatività più sensibile a attenta che sa riconoscere e individuare anche con estrema semplicità gli elementi più significativi da trasmettere.

VORREI SAPERE QUANDO TI HO PERSO

Vorrei sapere quando ti ho perso

in quale data in che momento

forse quel martedì ch’ero triste

o un mese prima d’averti visto

forse quella domenica pomeriggio

ch’ero allegra e parlavo troppo di me

forse in una data remota

inesplicabile e ignota

come il tre marzo del millenovecentotré

Vorrei sapere dove ti ho perso

in che punto preciso della città

forse davanti ad un semaforo

forse in un bar o in una stanza

forse dentro ad un sorriso

forse lungo una lacrima

che colava giù per una guancia

forse tra le aureole gialle dei lampadari

sospese nella nebbia dei viali.

Vorrei sapere perché ti ho perso

il motivo la necessità dell’errore

forse perché non c’è tempo

o perché c’è stato l’inverno

e adesso viene la primavera

ma con tanto poco sole

tra i muri d’acciaio e cemento

che tremano per il rumore

delle macchine,delle fabbriche,degli ascensori.

Ma non voglio sapere che ti ho perso

che ti ho perso e dove e quando e perché.

(Joyce Lussu)

 

AGGIORNAMENTO 03maggio2013:

pubblicato in questi giorni il videoclip ;) ecco il link:

http://www.youtube.com/watch?v=e2blml5W9Yg

About these ads

10 commenti su “Vorrei sapere quando ti ho perso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...